La politica ambientale di SEA

Il Gruppo SEA aspira a coniugare il rispetto e la salvaguardia del patrimonio ambientale con le proprie strategie di sviluppo.

Pertanto il Gruppo ha definito una politica ambientale che si ispira ai seguenti principi:

  • elevata osservanza del dettato normativo;
  • continuità nell’impegno di miglioramento delle performance ambientali;
  • sensibilizzazione e coinvolgimento di tutti gli attori presenti nel sistema aeroportuale riguardo i temi ambientali;
  • costante livello di monitoraggio e verifica dei fenomeni che caratterizzano l’interazione con l’ecosistema;
  • elevato livello di ascolto e di comunicazione da/verso un ampio spettro di interlocutori esterni in un’ottica di trasparenza e di condivisione delle questioni ambientali;
  • individuazione delle fonti e controllo delle emissioni di CO2 prodotte – sia dirette che indirette (attraverso il coinvolgimento degli stakeholder) - nell’ambito della riduzione delle emissioni di gas serra secondo gli obiettivi fissati da trattati internazionali e direttive europee.

Le prossime priorità e l’impatto sulle strategie aziendali

L’impegno preso dal Gruppo SEA per uno sviluppo sostenibile ed una riduzione dell’impatto ambientale hanno reso necessario lavorare in questi anni per integrare progressivamente i temi chiave della protezione ambientale alla gestione organizzativa, strategica e finanziaria dell’azienda. Aderendo ai principi internazionali sulla protezione ambientale SEA si impegna ad applicare un approccio prudenziale nella definizione e nella gestione dei rischi di natura socioambientale.

Per poter proseguire con lo sforzo di riduzione degli impatti è fondamentale il coinvolgimento del top management nei processi di gestione ambientale.

Per questa ragione periodicamente la Funzione Environment and Airport Safety fornisce al Management Committee informazioni riguardanti i temi ambientali.

Sul fronte esterno l’azienda intende promuovere azioni e iniziative di maggiore interazione con gli stakeholder territoriali, tradizionalmente focalizzati sull’inquinamento acustico, anche sul tema della riduzione delle emissioni. Sul piano comunicativo è stata strutturata una specifica area del corporate website e, per quanto riguarda la comunicazione interna, è attiva una specifica sezione di news ambientali sulla intranet.

Le priorità identificate per i prossimi anni comprendono:

  • il mantenimento della neutralità nel contesto del “Carbon Footprint”, attraverso una riduzione dei consumi di energia;
  • un maggiore utilizzo di fonti rinnovabili, al netto delle azioni di compensazione della quantità di CO2 emessa attraverso l’acquisto di Carbon Credits.

Sul fronte interno, la sfida organizzativa che attende il Gruppo SEA coinvolge tutte le funzioni aziendali:

  • la funzione ambientale, che ha definito l’impostazione complessiva e che assicura il coordinamento e i necessari controlli;
  • la manutenzione sul settore energia e mezzi operativi;
  • le funzioni che coordinano le operazioni aeroportuali di tipo aeronautico per le attività svolte sui piazzali;
  • la Direzione Infrastrutture per l’adozione di criteri di progettazione e approcci “low carbon” sulle nuove realizzazioni;
  • la Direzione Purchasing per l’inserimento di logiche “low carbon” nei contratti con i terzi;
  • la Direzione Relazioni Esterne e la Direzione Risorse Umane e Organizzazione per il versante della comunicazione, anche interna, della diffusione di consapevolezza e dell’incremento delle conoscenze.

© Copyright 2013 SEA S.p.A. P.IVA 00826040156