Aree di business

in

La gestione degli aeroporti da parte di SEA si esplica in specifiche aree di attività corrispondenti ad altrettante business unit:

Aviation

La Business Unit Aviation gestisce una delle attività aeroportuali “core”, che riguarda gestione, sviluppo e manutenzione delle infrastrutture e degli impianti che compongono gli aeroporti e l’offerta ai clienti dei servizi e delle attività connessi all’approdo e alla partenza degli aeromobili, nonché i servizi di sicurezza aeroportuale.

A fronte di tali servizi, offerti in regime di esclusiva e soggetti a regolamentazione, il Gruppo SEA, attraverso la capogruppo SEA, percepisce diritti e corrispettivi.

I ricavi generati sono definiti da un sistema di tariffe regolamentate e sono rappresentati dai diritti aeroportuali, dai corrispettivi per l’uso delle infrastrutture centralizzate e dei beni di uso comune, nonché dai corrispettivi per la sicurezza.

Tipologia di ricavi:

  • diritti aeroportuali (aeromobili, passeggeri e merci);
  • corrispettivi per l’uso delle infrastrutture centralizzate (ad es. loading bridges, BHS, sistemi informativi centralizzati);
  • corrispettivi per i controlli di sicurezza (relativi a passeggeri e bagagli a mano e al 100% del bagaglio da stiva).

I diritti e i corrispettivi per la sicurezza sono stabiliti da decreti ministeriali; i corrispettivi per le infrastrutture centralizzate sono soggetti a vigilanza di ENAC, che ne verifica la congruità.

Non Aviation

L’attività Non Aviation fa riferimento a prestazione di servizi complementari alle attività di supporto all’aviazione ed include una offerta ampia e differenziata - sia in gestione diretta sia in subconcessione a terzi - di servizi commerciali destinati a passeggeri, operatori e visitatori all’interno degli aeroporti, nonché l’attività di real estate.

I ricavi sono rappresentati dai corrispettivi di mercato per le attività Non Aviation svolte direttamente e da royalties espresse come percentuali sul fatturato – con l’indicazione di un minimo garantito - nei casi di attività svolte da terzi in regime di sub concessione.

Nello specifico la Business Unit Non Aviation contempla le seguenti attività:

  • il retail (vendita al pubblico in regime duty free e duty paid, ristorazione, autonoleggi, pubblicità, gestione di spazi per lo svolgimento da parte di soggetti terzi di attività bancarie);
  • la gestione dei parcheggi;
  • la gestione degli spazi cargo;
  • altre attività, raggruppate sotto la voce servizi ed altri ricavi (biglietteria, manutenzione mezzi, real estate, incluse locazioni e concessioni di porzioni del sedime aeroportuale e servizi tecnologici e di progettazione, servizi di sicurezza non regolamentati).

Il Gruppo SEA è strutturato e organizzato per operare secondo logiche B2B (Business to Business) piuttosto che B2C (Business to Consumer). L’approccio B2C, in forte crescita nell’ultimo periodo, è basato su un progressivo ampliamento dei servizi offerti (anche non strettamente connessi al volo), posizionando in tal 25 Corporate Profile modo i servizi aeroportuali verso un modello di Airport City. Lo sviluppo da parte del Gruppo SEA di una logica B2C ha stimolato la produzione di un piano di comunicazione e marketing finalizzato a portare i clienti attuali e potenziali degli aeroporti di Milano a conoscenza dei nuovi e ulteriori servizi offerti nei medesimi aeroporti.

Tale piano si è concretizzato in attività quali:

la collaborazione con le più importanti manifestazioni fieristiche e commerciali del territorio;

  • l’utilizzo di innovativi canali di distribuzione (ad es.
  • un portale commerciale attraverso cui i passeggeri/clienti possono conoscere ed acquistare direttamente i prodotti e servizi offerti dal Gruppo);
  • il consolidamento di un programma di fidelizzazione dei clienti.

Handling

L’attività di Handling consiste nella prestazione di servizi di assistenza a terra ad aeromobili, passeggeri, bagagli, merci e posta che vengono forniti ai vettori che operano nel sistema aeroportuale. Le attività del comparto, liberalizzate ai sensi del D.Lgs. 18/1999, sono svolte dal Gruppo SEA, per l’handling rampa, passeggeri e merci, attraverso la controllata SEA Handling.

I relativi ricavi sono rappresentati dai corrispettivi di mercato per lo svolgimento delle attività di:

  • handling rampa (ossia i servizi prestati in area airside, fra cui imbarco/sbarco di passeggeri, bagagli e merci, bilanciamento aeromobili, smistamento e riconcilio bagagli);
  • handling passeggeri (ossia i servizi prestati in area land-side, fra cui check-in e lost & found).

Tali corrispettivi sono liberamente negoziati tra il Gruppo SEA - tramite SEA Handling - e ciascuna compagnia aerea.

Energia

Il Gruppo SEA garantisce l’autosufficienza energetica (termica ed elettrica) di entrambi gli aeroporti utilizzando un sistema di produzione basato su centrali di cogenerazione, a basso impatto ambientale, gestite dalla società controllata SEA Energia. All’interno dei due sedimi aeroportuali operano infatti centrali di cogenerazione che, mediante la combustione di gas metano, producono in maniera combinata energia elettrica ed energia termica (che può essere trasformata in energia frigorifera). La centrale di cogenerazione di Malpensa ha una capacità di produzione massima annua stimata pari a 613 GWh per l’energia elettrica e 543 GWh per l’energia termica.

Quella di Linate ha una capacità di produzione massima annua stimata pari a 210 GWh per l’energia elettrica e 157 GWh per l’energia termica.

L’energia elettrica prodotta in eccedenza rispetto ai fabbisogni dei rispettivi scali viene ceduta attraverso la Borsa Elettrica. L’eccedenza di energia termica prodotta dalla centrale di Linate viene utilizzata per l’approvvigionamento del quartiere milanese di Santa Giulia. Il Gruppo, attraverso SEA Energia, dispone di Certificati verdi che confermano le caratteristiche degli impianti utilizzati.

© Copyright 2013 SEA S.p.A. P.IVA 00826040156