Catchment area del sistema aeroportuale milanese

Il sistema aeroportuale milanese è situato in una delle aree europee a maggiore sviluppo economico, denominata “Blue Banana Area“, che si estende dall‘area di Londra a quella di Milano/Genova e rappresenta un ponte tra il bacino del Mediterraneo e l’Europa continentale. La “catchment area” degli aeroporti di Milano comprende in primo luogo il territorio della Regione Lombardia, in cui sono ubicati gli aeroporti di Malpensa e Linate e che rappresenta il loro primo bacino d’utenza.

La Regione Lombardia, che ha un’area di 23.861 km2, nel 2009 ha registrato:

  • un PIL di 326,1 miliardi di euro (pari al 20,7% del PIL nazionale), attestandosi così al 2° posto fra i bacini aeroportuali europei, subito dopo Parigi (PIL pari a 488,6 miliardi di Purchasing Power Standard o PPS), e prima di Londra (PIL pari a 249,7 miliardi di PPS) (1), Madrid (PIL pari a 208,3 miliardi di PPS), e Francoforte (PIL pari a 146,8 miliardi di PPS);
  • una popolazione superiore ai 9,7 milioni di abitanti;
  • una densità di imprese attive pari a oltre 34,5 per km2(2).

Il particolare posizionamento geografico ed economico degli scali gestiti dal Gruppo SEA è arricchito dalla sua collocazione lungo alcune fra le principali direttrici di sviluppo della rete di trasporto transeuropea.

Nel dettaglio, gli scali gestiti da SEA sono situati in prossimità di due assi stradali e ferroviari delineati nell’ambito del programma di sviluppo infrastrutturale correlato alle citate reti di trasporto trans-europee: il corridoio 5 fra Lisbona e Kiev e il corridoio 24 fra Rotterdam e Genova che collegano, rispettivamente, le aree dell’Est Europa con quelle occidentali e la parte settentrionale del continente con quella meridionale.

Posizionamento geografico degli aeroporti di Milano

Posizionamento geografico degli aeroporti di Milano

A conferma della favorevole collocazione geografica degli aeroporti di Milano, in termini di bacino di utenza, si evidenzia che la catchment area di tali aeroporti è caratterizzata da una forte presenza di attività industriali e del terziario avanzato, servite da infrastrutture logistiche che favoriscono lo sviluppo delle attività economiche, in particolare portuali e aeroportuali, come illustrato nella seguente tabella.

Indicatori di sviluppo socio-economico della catchment area del Gruppo SEA
  Catchment area naturale (*) % su totale Italia 
Superficie (km2 49.324 16,4
Popolazione  14.227.529 23,5
N. imprese attive  1.226.306 23,1
PIL (milioni di euro)  448.953 28,7
Occupati  6.072.787 26,4
Esportazioni (.000 euro)  137.513.223 38,3
Importazioni (.000 euro)  149.299.814 42,6
(*) La Catchment Area degli Aeroporti di Milano include le province di: Sondrio, Bergamo, Brescia, Cremona, Como, Varese, Lecco, Lodi, Milano, Pavia, Piacenza, Monza Brianza, Parma, Novara, Biella, Verbania, Vercelli, Torino, Asti, Alessandria e Aosta

Il potenziamento dei collegamenti ferroviari (fra cui l’Alta Velocità, che ha raggiunto nel 2010 l’aeroporto di Malpensa) e delle infrastrutture stradali (quali la realizzazione dell’autostrada Brescia-Bergamo-Milano, conosciuta come “BreBeMi” e della Pedemontana) dovrebbero consentire, una volta realizzati, l’ampliamento della catchment area, incrementandola di circa 27.000 km2 e di oltre 8 milioni di abitanti, portando il bacino delle imprese dell’area servita a quasi 2 milioni di aziende (3).

Ampliamento Catchment Area

Ampliamento Catchment Area

Ampliamento Catchment Area
Principali indicatori  Catchment area naturale  % su tot. Italia  Ampliamento catchment area 
Area (km2) 49.324 16,4 26.823
Popolazione 14.025.593 23,4 8.007.942
N. di imprese 1.226.306 23,1 751.462
PIL (euro Mio)2 450.364 28,8 253.268
Occupati 6.170.547 26,4 3.558.911
Export (‘000 euro) 137.513.223 38,3 80.836.668
Import (‘000 euro) 149.299.814 42,6 58.705.708
(2) Fonte: Annuario Statistico Regionale della Lombardia – dicembre 2010

(1) Fonte: Eurostat - News Release 2010 (Regional GDP 2007) e la zona di Londra si riferisce a “Inner London”
(2) Fonte: Annuario Statistico Regionale della Lombardia – dicembre 2010
(3) Fonte: dati ISTAT e Infocamere 2008. L’ampliamento della Catchment Area ricomprende anche la province di: Venezia, Padova, Vicenza, Verona, Mantova, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Genova e Firenze

© Copyright 2013 SEA S.p.A. P.IVA 00826040156