Strategia di sviluppo

Il Gruppo SEA persegue lo sviluppo delle diverse aree di business attraverso l’efficientamento dei processi e lo sviluppo della capacità di gestione del traffico passeggeri e merci, ritenendo che eventuali rallentamenti del traffico aereo internazionale, connessi a fasi di complessità contingente, non compromettano il trend di crescita del settore nel medio-lungo termine.

In tale contesto il Gruppo SEA ritiene possibile un’evoluzione positiva dei propri margini operativi lordi, ove il contesto di riferimento non registri significative modifiche, considerando anche i benefici derivanti dall’applicazione dei nuovi livelli tariffari previsti dal Contratto di Programma. In considerazione delle specifiche caratteristiche delle singole aree di business in cui opera, SEA ha elaborato strategie differenziate per business unit.

Al fine di perseguire tali strategie SEA prevede di realizzare investimenti per lo sviluppo delle infrastrutture aeroportuali, di accrescere i diversi servizi offerti agli utenti aeroportuali nei comparti in cui opera direttamente ed indirettamente il Gruppo e di garantire al contempo sempre più elevati standard di sicurezza, qualità e rispetto dell’ambiente.

Strategia di sviluppo per la Business Unit Aviation

In linea con la politica di ampliamento di rotte e frequenze di voli attuata negli ultimi anni, il Gruppo SEA intende proseguire nello sviluppo del traffico passeggeri e merci sia mediante i vettori già operanti sui propri scali, sia attraendo nuove compagnie aeree, in particolare sulle rotte da e verso i paesi a maggiore crescita economica, anche usufruendo degli effetti derivanti dalla definizione degli accordi bilaterali che regolano l’accesso al mercato internazionale del trasporto aereo.

Per ciò che concerne l’aeroporto di Malpensa, è intenzione del Gruppo SEA sviluppare ulteriormente le potenzialità del modello di traffico c.d. “Big point”, caratterizzato dalla presenza di una molteplicità di vettori, da un bacino di riferimento in grado di generare volumi di traffico significativi, nonché da un significativo numero di collegamenti di breve e lungo raggio, utilizzabili anche in connessione tra loro.

Tale strategia si sta concretizzando attraverso la creazione da parte di SEA di condizioni per l’integrazione di reti di collegamento aereo riconducibili a vettori diversi e si inquadra in una nuova logica di gestione, che assegna all’aeroporto un ruolo di regista e promotore dell’attività dei vettori operanti sullo scalo.

In tal senso il Gruppo SEA - dopo una prima fase di implementazione - ha attivato da gennaio 2012 l’offerta innovativa dei servizi self-hubbing di “ViaMilano”, offerti sull’aeroporto di Malpensa. Il servizio ViaMilano facilita la possibilità di raggiungere destinazioni nazionali e internazionali grazie alla combinazione di due o più tratte in coincidenza tra loro, anche se le stesse sono operate da vettori diversi (sia che operino voli di linea sia voli low cost e/o vettori tradizionali). In particolare il Gruppo attraverso il servizio di Virtual Hub facilita, pur in assenza di accordi tra vettori, il collegamento di singole tratte tra loro autonome fornendo ai passeggeri le connessioni operate e in virtù dei predetti accordi con ulteriori servizi aggiuntivi al passeggero (di seguito descritti). Ciò consente di ampliare la possibilità di scelta tra le possibili combinazioni di viaggio in termini di orari e, in taluni casi, di usufruire anche di condizioni economiche più favorevoli. L’iniziativa ha riscontrato, sin dal suo lancio, un certo favore da parte del pubblico e ha registrato nel 2012 oltre 200.000 transiti sull’aeroporto di Malpensa, passando da poco meno di 9.000 passeggeri serviti nel gennaio 2012 agli oltre 20.000 serviti nell’agosto dello stesso anno con una crescita del 120% su base mensile. Va evidenziato, nell’ambito delle strategie perseguite dal Gruppo, che nel 2015 Milano sarà la sede dell’Expo 2015, il che determinerà ricadute positive sul traffico degli scali di Milano.

Quanto al trasporto merci, in considerazione dei significativi livelli di produzione di beni che contraddistinguono il bacino di utenza di Malpensa e della conseguente elevata domanda di trasporto aereo, il Gruppo SEA è impegnato nell’ampliamento dell’area aeroportuale dedicata al trattamento delle merci (Milano Malpensa Cargo) e all’attuazione di una politica di attrazione di nuovi vettori e di incremento dell’attività delle compagnie già presenti, anche usufruendo degli effetti derivanti dalla definizione degli accordi bilaterali che regolano l’accesso al mercato internazionale del trasporto aereo.

Strategia di sviluppo per la Business Unit Non Aviation

In linea con il percorso intrapreso dal Gruppo SEA volto a conquistare un ruolo da protagonista dello sviluppo commerciale degli aeroporti di Milano mediante la valorizzazione, l’ampliamento e l’innovazione dell’offerta di beni e servizi per i molteplici clienti ed utenti dei propri scali, lo sviluppo delle attività Non Aviation prevede la realizzazione di strategie differenziate sui diversi terminal degli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle diverse tipologie di passeggeri ed utenti che caratterizzano tali terminal.

Tale strategia sarà ulteriormente sviluppata e declinata in un’ottica di collaborazione e partnership con i principali operatori di settore e prevede non solo l’introduzione di modelli di vendita innovativi e l’ampliamento del portafoglio di brand, ma anche l’utilizzo di strumenti di analisi (fra cui profilazione dei clienti, appositi piani di marketing e sistemi di controllo qualità) che consentano di identificare e soddisfare al meglio le esigenze dei clienti.

Nell’ambito delle attività retail SEA ha intrapreso un processo che prevede sia l’introduzione a Malpensa 1 di nuovi e prestigiosi marchi della moda e del lusso, sia l’innovazione nelle modalità di organizzazione, presentazione e fruizione delle aree commerciali dedicate a tali marchi. Tali modalità (tra cui il “walk through”) rappresentano una potenziale fonte di sviluppo della redditività e puntano a trasformare nei prossimi anni Malpensa 1 in una delle più prestigiose aree della moda e del lusso del panorama aeroportuale italiano ed internazionale. Malpensa 2 è stata oggetto di una riqualifica finalizzata alle esigenze del traffico low cost di alta fascia a cui tale terminal è dedicato, in particolare mediante l’introduzione di gate direttamente collegati ai piazzali di sosta che, riducendo i tempi di imbarco, hanno consentito risparmi di tempo nell’imbarco lasciando ai passeggeri maggior tempo da dedicare allo shopping. Ciò, accompagnato al potenziamento dell’offerta commerciale di negozi e punti di ristoro, ha consentito di soddisfare meglio le esigenze dei passeggeri. Il Gruppo SEA intende proseguire in tale politica di ampliamento dell’offerta commerciale attraverso l’apertura di uno spazio commerciale presso Malpensa 2 di quasi 2.000 m2 nel quale creare una piazza di vendita e ristoro fortemente orientata al target di clientela del terminal. Il restyling dell’aeroporto di Linate, in atto da alcuni anni, ha consentito l’ampliamento delle aree commerciali con l’ingresso di nuovi importanti marchi d’interesse per la clientela business servita dallo scalo.

Il Gruppo SEA intende proseguire in tale politica di ridefinizione dell’offerta commerciale, estesa anche alla ristorazione, in cui sono stati introdotti modelli innovativi, quali l’offerta di prodotti da forno preparati in loco ed in linea con la tradizione italiana. In particolare, è intenzione del Gruppo introdurre ulteriori marchi dell’elettronica di consumo, brand di alta fascia per la clientela business, nonché proporre wine bar e caffetterie in linea con le caratteristiche dell’offerta fornita in tale settore dalla città di Milano. È stato predisposto uno specifico piano di comunicazione e marketing che, fra le varie attività, prevede la definizione di un programma di e-commerce. Tale strategia è basata su una piattaforma commerciale su cui si svilupperanno vendite multicanale (web e mobile) che oltre a consentire l’offerta dei servizi forniti dal Gruppo SEA (quali, tra gli altri, l’accesso alle sale Vip, il Fast-track e i parcheggi) renderanno possibile anche la vendita di beni presenti nei negozi degli aeroporti di Milano, nonché di prodotti e servizi di partner commerciali del Gruppo non direttamente operanti negli scali, ma la cui attività è strettamente connessa al mondo del trasporto aereo (prenotazione di viaggi, hotel, ingressi a mostre e musei, noleggio auto).

Strategia di sviluppo per la Business Unit Handling

A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 18/1999 che ha liberalizzato le attività di handling (rampa, passeggeri e merci), si è manifestato uno scenario di forte pressione competitiva nel settore. Al 31 dicembre 2012 negli aeroporti di Milano operano in questo settore, oltre a SEA Handling, 5 Handler e 3 vettori in autoproduzione, come indicato nella seguente tabella.

Handler terzi e vettori in autoproduzione operanti negli aeroporti di Milano
Aeroporto Handler terzi Vettori in autoproduzione
Milano Malpensa ATA Handling (rampa e passeggeri) Federal Express (rampa)
  Aviapartner (rampa e passeggeri) TAM (passeggeri)
  Globeground (passeggeri) KLM (passeggeri)
  ICTS (passeggeri) 
Milano Linate ATA Handling (rampa e passeggeri) 
  Aviapartner (rampa e passeggeri) 
  Globeground (passeggeri) 
  EAS (passeggeri)  
Fonte: SEA

Il Gruppo SEA, tramite SEA Handling, intende proseguire la politica di focalizzazione e di specializzazione di SEA Handling nelle attività core del segmento di handling (rampa, passeggeri e merci) che ha consentito all’azienda di concentrarsi sull’offerta di servizi di elevata qualità. Ciò al fine di mantenere le quote di mercato servite negli aeroporti di Milano e confermarsi quale primario operatore nelle attività handling.

In particolare, il Gruppo intende confermare la propria capacità di offrire ai vettori un’ampia gamma di servizi, comprendente contratti di full handling che garantiscano elevati SLA (Service Level Agreement), prestazione di servizi ad hoc a fronte di specifiche richieste, specializzazione nelle attività rampa dedicate ai vettori all cargo e lo sviluppo di eventuali nuove partnership con altri handler. Tali obiettivi vengono perseguiti mediante continui aggiornamenti e formazione delle figure professionali dedicate all’attività di handling, nonché attraverso il mantenimento delle certificazioni di qualità che attestano l’elevato livello qualitativo dei servizi prestati.

Strategia di sviluppo per la Business Unit Energia

Il Gruppo SEA, attraverso SEA Energia, intende continuare ad assicurare l’autosufficienza energetica (termica ed elettrica) di entrambi gli aeroporti di Milano utilizzando un sistema di produzione a basso impatto ambientale, quale quello cogenerativo adottato dalle centrali di cogenerazione. Il Gruppo, attraverso SEA Energia, dispone di Certificati verdi che confermano le suddette caratteristiche degli impianti utilizzati. Relativamente alla quota di energia venduta a terzi, derivante dal surplus di produzione rispetto al fabbisogno energetico degli aeroporti, SEA intende perseguire la politica volta all’individuazione di ulteriori clienti finali con cui sottoscrivere contratti bilaterali, riducendo la quota di vendita diretta sulla Borsa Elettrica, con conseguente stabilizzazione dei margini.

© Copyright 2013 SEA S.p.A. P.IVA 00826040156