in

Le relazioni industriali del triennio, si sono sviluppate in continuità con le azioni intraprese nel periodo precedente.

Tali azioni sono state necessariamente volte all’individuazione ed alla condivisione con le Organizzazioni Sindacali di interventi sulla struttura dell’azienda e degli istituti con impatto sul costo del lavoro, volti a portare a compimento il processo di risanamento di SEA Handling e di allineamento delle performance economiche di SEA con quelle dei principali competitor.

Il protrarsi degli effetti negativi determinati dal dehubbing e l’inizio della crisi economica globale, hanno sfidato i player aziendali ad individuare azioni sempre più mirate e di sintonia fine volte al contenimento dei costi e le relazioni industriali hanno avuto nella propria agenda tale costante priorità.

Il tasso di sindacalizzazione nel Gruppo rimane sostanzialmente stabile, la leggera flessione che si può osservare è dovuta all’uscita di lavoratori “anziani” accompagnati alla pensione dalla procedura di mobilità, statisticamente più sindacalizzati dei dipendenti con minore anzianità.

 

Situazione Sindacale Gruppo SEA 2010 – 2012
    N° sigle sindacali Sigle sindacali % sindacalizzazione
31/12/2010 Gruppo SEA 13 CGIL; CISAL; CISL; COBAS COORD.P. VARESE; CUB-TRASPORTI; F.L.A.T.-C.I.S.A.S.; FLAI; SIN.PA; SLAI COBAS; U.G.L.; UIL; USB 67,7%
31/12/2011 Gruppo SEA 13 CGIL; CISAL; CISL; COBAS COORD.P. VARESE; CUB-TRASPORTI; F.L.A.T.-C.I.S.A.S.; FLAI; SEL; SIN.PA; SLAI COBAS; U.G.L.; UIL; USB 65,8%
31/12/2012 Gruppo SEA 14 CGIL; CISAL; CISL; COBAS COORD.P. VARESE; CUB-TRASPORTI; F.L.A.T.-C.I.S.A.S.; FLAI; SEL; SIN.PA; SLAI COBAS; U.G.L.; UIL; USB 63,0%

Principali accordi 2012 con le Organizzazioni Sindacali

L’attività di Relazioni Sindacali è stata finalizzata a perseguire l’efficientamento dei processi di lavoro ed il contenimento dei costi.

Gli accordi sindacali del 2012, hanno quindi recepito in particolare i temi:

  • della riorganizzazione attraverso la polivalenza che ha permesso l’insourcing di attività nel perimetro aziendale:

    • 21 febbraio – l’intesa ha assegnato 14 risorse del Coordinamento Voli e del Weight & Balance alla Registrazione ed Imbarchi, avviando il percorso di progressiva integrazione delle due funzioni a partire dalle attività di pre-coordinamento voli e di gestione di alcuni vettori;
    • 14 marzo – l’accordo ha permesso di internalizzare un’attività core per la gestione aeroportuale quale la manutenzione dell’impianto BHS di Malpensa 2 e di riorganizzare la funzione dei Termomeccanici, attraverso la ricollocazione di 6 risorse della Manutenzione Scalo di Malpensa dalla figura dei Termomeccanici a quella degli Elettromeccanici;
    • 12 aprile – l’accordo ha permesso di internalizzare l’attività di assistenza dei passeggeri a ridotta mobilità su Malpensa 1 e di riorganizzare le funzioni Coordinamento Scalo e Trasporti Integrati di Malpensa;
    • a fronte del medesimo progetto e con l’obiettivo di ridurre progressivamente il ricorso alla CIGS a livello di Gruppo, il servizio di recupero carrelli portabagagli presso i Terminal di Malpensa è stato assegnato al personale di SEA Handling.

 

  • della gestione degli impatti della crisi attraverso l’applicazione delle clausole sociali:

    • 31 gennaio – l’accordo, a fronte dell’acquisizione da parte di SEA Handling delle attività di registrazione/ imbarchi e di agente rampa per il vettore Lufthansa, ha previsto l’assunzione di 32 lavoratori di Globe Ground con contratto a tempo indeterminato e parziale e di ulteriori 4 lavoratori;
    • 31 maggio – l’intesa, a fronte dell’acquisizione da parte di SEA Handling delle attività di registrazione/ imbarchi per i vettori Air France/KLM presso lo scalo di Linate, ha previsto il trasferimento del rapporto di lavoro di 5 dipendenti con contratto a tempo indeterminato e parziale da ATA Italia a SEA Handling;
    • 24 settembre – l’accordo, a seguito dell’acquisizione da parte di ATA Italia delle attività di handling per il vettore Germanwings presso lo scalo di Malpensa, ha previsto il trasferimento del rapporto di lavoro di 3 dipendenti con contratto a tempo indeterminato da SEA Handling ad ATA Italia.

 

  • dell’efficientamento dei processi di lavoro:

    • 22 marzo – è stato presentato al Coordinamento delle RSU il progetto di riorganizzazione delle Segreterie Operative delle Direzioni Operazioni di SEA e SEA Handling.

In particolare va segnalato il contributo delle organizzazioni sindacali a:

  • formazione continua:

    • 13 febbraio – accordo volto a finanziare, tramite il conto di Fondimpresa, un progetto formativo rivolto ai Responsabili in Turno, agli Addetti di Front Line ed agli Agenti Rampa, incentrato sullo sviluppo delle “competenze chiave al servizio dei clienti”.

 

  • miglioramento della disciplina della contribuzione previdenziale:

    • 26 luglio – intesa volta a disciplinare in modo più puntuale il tema della contribuzione previdenziale a carico di SEA e SEA Handling, escludendo la possibilità per i dipendenti di beneficiare di un regime di doppia contribuzione da parte aziendale e prevedendo, al contempo, meccanismi di incentivo per i dipendenti che aderiscano ex-novo a fondi pensione negoziali.

Nel corso del 2012 non vi sono accordi sindacali specifici relativi alla salute e alla sicurezza dei lavoratori.

  2008 2009 2010 2011 2012
Numero di accordi siglati con le OO.SS. 20 15 13 24 14
Fonte: SEA

In merito al periodo minimo di preavviso in caso di modifiche operative, il tempo necessario per l’adozione delle stesse può sensibilmente variare, a seconda che la materia su cui interviene la modifica sia nella disponibilità delle organizzazioni sindacali – secondo quanto stabilito dalla normativa tempo per tempo vigente – o meno (e quindi occorra un accordo sindacale o sia sufficiente un percorso di informazione). Nel primo caso il tempo medio di preavviso quantificabile è di un mese, nel secondo di due settimane.

In merito alle variazioni delle turnazioni di lavoro, per prassi aziendale (coerente con l’interpretazione di Confindustria dell’art. 3 punto terzo comma primo dell’Accordo Interconfederale del 18/4/1996 tra Confindustria, Intersind, Asap e Cgil, Cisl, Uil e Cisnal e Cisal e Confail) SEA dà un preavviso di 15 giorni tra la comunicazione alle Organizzazioni Sindacali e l’implementazione delle stesse.

Restano escluse dai casi già esposti le modifiche per la realizzazione delle quali (es. licenziamenti collettivi, cassa integrazione) la legge prevede specifiche procedure e detta altresì il numero di giorni di durata della procedura e la cadenza delle varie fasi da essa previste.

© Copyright 2013 SEA S.p.A. P.IVA 00826040156